Qualcuno ha visto il gatto?

Commedia brillante in due tempi. Un musicista in difficoltà economiche escogita una truffa ai danni di cinque ragazzi che si troveranno in situazioni poco piacevoli. Commedia che farà riflettere sulle condizioni precarie dei giovani d'oggi, toccando temi importanti come amicizia, lealtà e perdono. Risate assicurate.
 
"Qualcuno ha visto il gatto?" è nato dalla mente del nostro socio Andrea Castello, ed è stato sviluppato in primis da lui e poi coralmente da tutta la compagnia.
Un appartamento è la location di questo spettacolo, dove un musicista squattrinato e incasinato deve risolvere un affannoso problema: il pagamento dell'affitto. Non ha un lavoro, la sua carriera musicale è inesistente, e non si impegna per cambiare le cose. Come fare per evitare lo sfratto? Semplice, cerchiamo dei coinquilini!
Inizia così una coabitazione complicata: tre ragazzi e tre ragazze dovranno imparare a convivere non solo fisicamente, ma soprattutto coi loro caratteri differenti. Attraverso episodi assurdi, qui pro quo e incomprensioni i ragazzi arriveranno ad esaminare argomenti importanti: amicizia, rispetto, lealtà e perdono.
 
Far ridere e far riflettere. Questa è la volontà di "Qualcuno a visto il gatto?". E ci riesce benissimo in un'ora e mezza di battute esilaranti e discorsi seri.